enna

La provincia di Enna ha tutti gli elementi per rendere la Sicilia così unica: qui arrivano miti, leggende, antiche rovine, storia, tradizione e natura. Durante una passeggiata nei boschi è possibile scoprire luoghi idilliaci e laghi di montagna cristallini. Durante la visita, puoi sentire la vita pulsante come è stata vissuta attraverso la successione della storia.

Enna

Una città tra le nuvole

Nel cuore della Sicilia ea 1098 metri sul livello del mare, sul Monte San Giuliano, Enna è la capitale più alta della penisola. La città è anche conosciuta come "Belvedere d'Italia" perché domina l'intera Sicilia per la sua posizione e offre un ambiente unico. Unico, la provincia ha fonti in mare. Tra l'Appennino e l'Etna in Sicilia ci sono diversi altipiani. Enna è considerata il cuore dell'Impero romano dell'isola con importanti testimonianze storiche, culturali e artistiche.

 

Le rovine

Nella provincia di Enna ci sono numerosi siti archeologici di epoche passate e testimonianze di persone che sono emigrate in questa zona. Dovresti assolutamente collegare la visita di Enna con una visita a Piazza Armerina con la famosa Villa del Casale. La villa è una delle rovine romane più caratteristiche dell'isola ed è rimasta praticamente intatta fino ad ora. Il fascino speciale dell'edificio si basa principalmente sui mosaici che rappresentano la storia dei grandi imperi e gli elementi ricorrenti del tardo periodo romanico. Vicino a Piazza Armerina possiamo arrivare in uno dei siti archeologici più importanti d'Europa, Morgantina. Attraverso l'Agorà noteremo l'atmosfera vissuta in quel momento. Il Museo Civico di Aidone conserva una vasta collezione di reperti appartenuti all'antica cittadella. Qui troverai la "donna sdraiata", "il volto misterioso di Persefone" e "i lineamenti del viso di una donna velata" per affascinare i visitatori. Interessante è anche l'area di Calascibetta, che è stata scoperta su quattro cimiteri. La più famosa è la necropoli del Realmese, che comprende oltre 300 tombe di eccezionale fascino.

 

Città impressionanti

Nei villaggi e nelle piccole città della provincia di Enna scoprirai la storia del periodo passato, che si riflette nei monumenti architettonici e nei castelli. Un luogo affascinante è Calascibetta, situato su una collina di fronte a Enna. Leonforte, antica città con stradine e case basse, dominata dal magnifico Palazzo del Principe. Interessante è anche il luogo Assoro, dove è possibile visitare le rovine del castello di Valguarnera. A prua c'è Nicosia - Città d'Arte, situata alle pendici dei Nebrodi.

 

Bei scenari

La provincia di Enna è ricca di paesaggi affascinanti e vari che sono di particolare interesse per il turismo. Qui puoi goderti una rilassante passeggiata attraverso i boschi o sulle rive di un lago; puoi anche andare a pescare o prendere il sole. Nella provincia ci sono otto laghi tra cui il lago di Pergusa, il lago di Pozzillo a Regalbuto, il lago di Ancipa a Troina, il lago di Ogliastra nella zona di Aidone e il lago di Nicoletti a Leonforte. Il lago è una grande oasi naturale del Pozillo con una magnifica vista da cui si può vedere la cima dell'Etna. I laghi e la canna Nicoletti sono anche importanti destinazioni popolari per gli amanti della pesca e dello sci d'acqua. Il lago più famoso è il lago di Pergusa, con il mito del "Ratto di Proserpina". Qui troverai microrganismi estremamente rari che contribuiscono a un fenomeno unico a livello globale: l'acqua del lago diventa rossa ad intervalli regolari, conferendo alla zona un fascino speciale.

 

Eventi religiosi

Nella provincia, ci sono molte occasioni di celebrazioni. Soprattutto, i residenti di Enna sono caratterizzati da un grande fervore devozionale. C'è la "Tavola festiva di San Giuseppe", che viene celebrata in diverse comunità, tra cui Leonforte, Barra Franca, Centuripe e Valguarnera. Queste grandi tavole rotonde sono decorate con fiori dove viene servito pane intrecciato, pasta, verdure, cibi fritti e dolci. La Pasqua è l'ideale per visitare Enna, con eventi in giro per la città.

 

Cucina

La gastronomia della provincia si concentra principalmente su prodotti agricoli e zootecnici. Il cibo è semplice ma gustoso: tra cui "maccu" con fave - la zuppa più diffusa in provincia; "Guastedde of Enna", "Pasta con favuzze"; "Pasta alla Norma" con melanzane fritte, primo sale e basilico. È ottima la selezione di dolci: "cassatele di Agira" - dolce tipico siciliano -; "Cubbaita" - torrone con miele, mandorle e semi di sesamo.

Distanze da Enna

 

Caltanissetta 36 Km

Catania 87 Km

Siracusa 137 Km

Messina 183 Km

Palermo 142 Km

Ragusa 122 Km

Agrigento 85 Km

Trapani 244 Km

Piazza armerina

La "villa romana del Casale"

Piazza Armerina è una splendida città d'arte nel cuore della Sicilia, i cui storici capolavori d'arte ancora caratterizzano il paesaggio urbano intatto. Monumenti, antichi palazzi e siti archeologici sono la vera testimonianza di un glorioso passato. Protagonista tra le tante attrazioni è la villa romana Del Casale della fine del IV secolo, quindi residenza di una nobile famiglia romana. Questa imponente villa imperiale si trova nella provincia di Enna, nel cuore romano della Sicilia. Una villa notevole il cui fascino è caratterizzato principalmente dagli incantevoli mosaici. Questi sono considerati i più belli e meglio conservati nel loro genere e il lavoro eccellente con cui sono state create queste immagini chiare e precise e le numerose sfumature di colore, ha ricevuto nel 1997 il riconoscimento dell'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità.

La bellezza e lo splendore unico dell'architettura e delle sue decorazioni, rendono questa villa uno degli esempi più significativi di una villa rappresentativa dell'epoca. La villa risale al periodo 320-350 d.C. e sembra essere di proprietà di una famiglia senatoria romana, aristocratica, probabilmente un governatore di Roma (Praefctus Urbi). Secondo altre teorie, questo fu costruito e ampliato per un alto ufficiale imperatore, Massimo Erculeo, Tetrarca di Diocleziano. Importanti scavi a metà del XX secolo hanno rivelato circa 3.500 metri quadrati di mosaici per pavimenti e pareti in stile geometrico e illustrato, nonché colonne, statue, capitelli e monete d'oro. Lo stile di vita del proprietario della casa viene celebrato sulla base di questi mosaici del pavimento e delle pareti e della sfilata, che è visibile in tutti gli spazi abitativi.

È visibile anche qui un'influenza africana che indica il lavoro dei maestri africani. Questi mosaici mostrano vari stili e cicli narrativi: uno dedicato alla mitologia e alla poesia di Omero, un altro alla natura e alla vita quotidiana dell'aristocrazia romana. Quattro sono le aree della villa esposte dagli scavi: l'ingresso monumentale con il cortile a ferro di cavallo; Il corpo centrale della villa, costruito attorno a un cortile con giardino; Una grande sala con tre absinthes (Trichora); Il sistema termico Nel dicembre 2012 sono stati completati i lavori di restauro, che hanno riguardato gran parte dei mosaici e dei murali.

O ggi si possono visitare varie aree del sito: l'area delle terme; il portico d'ingresso e l'arco d'onore; il vestiario e il portico peristilio; le aree di cura come la stanza della Piccola Caccia, il corridoio del Grande Jadg e la stanza del Palestrite; le dimore settentrionali con il mosaico di Ercole e Polifemo e la sala "Amore e Psiche"; le dimore meridionali raffiguranti il ​​mito della sala Areion e Eros and Pan; triclinio e portico; la basilica.

Guarda anche...

TEMI DI VIAGGIO

TOP TOURS

SERVIZI

CONTATTI

UFFICI:

Alba incoming - Eurofirst Tours 
Via Panepinto 8 I-92022 Cammarata (Ag) Italy 
P.I.: 02075400842 

Telefoni: (10 lines)

+39 0922 902 892               +39 0922 905 577

  • Grey LinkedIn Icon
  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 by Albaincoming Eurofirst Tours. all right reserved   COOKIES & PRIVACY POLICY